La Pineta

Un ultimo cenno meritano gli impianti di Conifere: questi boschi, in buona parte impiantati nel dopoguerra per dare lavoro nell’immediato alla popolazione e per la produzione di legname da opera, costituiscono una presenza esotica del nostro paesaggio: le conifere più usate sono state il Pino Nero, soprattutto negli ambienti più scoscesi e rocciosi, e quindi l’Abete rosso, il Pino silvestre ed addirittura il Larice, tutte piante estranee alla nostra flora. Nel nostro territorio i boschi di conifere si estendono in prossimità del monte Ronchetta occupando quasi per intero l’antica prateria di Santa Giustina.