Presentazione Circolo

Venerdì 30 novembre 2012 abbiamo formalmente costituito il Circolo ANSPI Santa Giustina di Costa – Curletti.
Tramite il circolo vogliamo rafforzare e ampliare quei legami di interessi, affetti, amicizie e valori (l’ordine è casuale e non per importanza) che da sempre hanno contraddistinto le comunità montanare di questi nostri paesi.

Questo l’organigramma aggiornato al 28 Agosto 2016:

  • Presidente: Daniele Bertotti
  • Vice Presidente: Beatrice Rebecchi
  • Segretario: Pier Luigi Carini
  • Tesoriere: Roberto Boeri

Consiglio Direttivo:

  • Luana Bernardi
  • Maria Bernardi
  • Giuseppe Carini
  • Maria Rita Carini
  • Felice Lorenzi
  • Luigina Opizzi
  • Graziella Scaglia
  • Fausto Scaglia
  • Erica Bernardi

Questi i quattro settori di intervento:

  • Informazione e comunicazione – responsabile, Beatrice Rebecchi
  • Coordinamento Cucina – responsabile, Graziella Scaglia
  • Coordinamento Giovani – responsabile, Erica Bernardi
  • Promozione e cura del territorio – responsabile, Fausto Scaglia

Guardando all’esperienza fatta nell’ultimo decennio nei paesi limitrofi (uno su tutti, Cattaragna) abbiamo notato che la vitalità e la ricchezza di iniziative e feste sono determinate dall’esistenza in loco di un attivo e unito gruppo di persone riunite in associazione. Anche a Curletti negli ultimi anni si sono fatte grandi cose: dal 2010 è stata ristrutturata l’ex scuola e la si è meravigliosamente attrezzata; si sono fatte feste e sagre, con alto tasso di gradimento e soddisfazione crediamo di tutti. Ogni azione è stata fatta con generosità ed entusiasmo, in modo spontaneo, aderendo al circolo ANSPI  “U Mercadelù” costituitosi a Brugneto alcuni anni fa. Abbiamo ritenuto necessario fare un ulteriore passo avanti, organizzandoci per costituire una vera associazione tra gli abitanti, stabili e temporanei, di Costa e di Curletti. Lo scopo che ci proponiamo con questo sodalizio è quello di mantenere vitali questi luoghi, creando aggregazione, promuovendo feste con momenti conviviali, escursioni, mostre fotografiche, giochi, eventi musicali e culturali.

Vorremmo che quella magnifica costruzione che è oggi l’ex scuola, concessaci in comodato d’uso dal Consorzio idrico di Curletti, divenisse un luogo di incontro, aperto e attivo il più possibile, ove tutti (giovani e anziani, residenti e non) possano ritrovarsi e sentirsi parte di una rinnovata comunità. Allo stesso tempo vorremmo che il circolo “Santa Giustina” esprimesse pienamente nel suo operare quei valori di solidarietà e condivisione che erano propri di queste comunità montanare.

Non secondario tra i nostri obiettivi quello di preservare la natura, attraverso la sistemazione dei sentieri, il ripristino delle sorgenti, il recupero della memoria dei nomi dei luoghi, il restauro dei ricoveri di fortuna detti comunemente “casotti”. L’abbandono della montagna oltre ad essere un fatto materiale riteniamo sia un fatto culturale. Spesso passeggiando non sappiamo dire dove ci troviamo perché abbiamo smarrito i nomi dei luoghi. Tutto è anonimo, selva, brughiera indistinta. Alle Scaie da Sartù e sulla Sgujarela c’è il talco e un tempo i nostri vecchi vi avevano impiantato una cava per sfruttare questo minerale; alle Scaie da Foegu ci sono frammenti di pirite che percossi fanno scintille. Un tempo questi minuscoli pezzetti di roccia potevano servire per innescare un fuoco o accendere la polvere da sparo di un archibugio. Se vogliamo arrestare il declino del territorio montano è fondamentale partire dai nomi dei luoghi: come circolo vorremmo realizzare una mappatura locale con i toponimi storici, i tracciati dei sentieri e l’ubicazione dei casotti, lavoro propedeutico ad un’eventuale futura installazione di cartelli.

Per rafforzare il nostro progetto di coesione, dato che le occasioni di incontro diretto per i non residenti si riducono sostanzialmente ai fine settimana o all’estate, stiamo sviluppando un sistema di informazione e comunicazione sia cartaceo che digitale, che consta della pagina Facebook Anspi Costa Curletti e del sito Internet da cui state leggendo questa pagina web www.costacurletti.it , www.curletti.eu, e del giornalino periodico “La Nuova Montagna”.